Prodotti

» Prodotti » LAVABI D'ARREDO-SANITARI » Coprivasi » Coprivaso termoindurente Azzurra Pratica »

Coprivaso termoindurente Azzurra Pratica

Coprivaso termoindurente Azzurra Pratica
Marca: Azzurra
Modello: Pratica
Codice: prtccprvs
(0) Recensioni
Generalmente spedito entro 10 giorni
Prezzo: 60,00€ 
Spese di spedizione: 18,00
Supplemento spedizione: 3,00
Questo prodotto necessita di un imballo speciale.
Puoi ritirare questo prodotto in Via Cronato, 42/C Catania (CT) e risparmiare le spese di spedizione.
Informazioni
Recensioni

Coprivaso pratica Azzurra in materiale termoindurente colore bianco

 

 

Prodotti correlati:

Coprivaso termoindurente Azzurra Pratica soft close

 

 

I termoindurenti si ottengono a partire da monomeri polifunzionali che reagiscono con molecole che hanno l'azione di promuovere i legami covalenti, si tratta di agenti di reticolazione, entrambi danno luogo ad una reazione di condensazione. I polimeri termoindurenti vengono prodotti in due fasi: in una prima fase vengono prodotte le catene polimeriche, mentre nella fase successiva (che è rappresentata da un riscaldamento o da una reazione chimica catalizzata) le catene polimeriche vengono fatte reticolare. Lo stampaggio avviene durante la seconda fase di lavorazione.

Con il termine materie plastiche si identifica una famiglia di materiali di natura artificiale caratterizzati da una particolare struttura macromolecolare.

Questi materiali, al verificarsi di determinate condizioni di pressione e temperatura, subiscono alterazioni permanenti della loro forma.

La materie plastiche si dividono in:

-materiali termoplastici
-materiali termoindurenti
-elastomeri

I materiali termoplastici reagiscono al calore rammollendo ed acquisendo quindi una malleabilità che ne permette la modellazione per formare prodotti finiti e successivamente, tornano ad acquisire rigidità. (in linea teorica questo processo di riscaldamento, modellazione e raffreddamento potrebbe essere ripetuto diverse volte. In realtà tale possibilità dipende dalla qualità della materia prima trattata).

I materiali termoindurenti reagiscono invece al calore dapprima rammollendo e successivamente tornano ad indurire grazie ad un processo di reticolazione tridimensionale. In pratica è grazie al combinato effetto di calore e pressione che si può conferire una forma ai materiali termoindurenti. (questi materiali se nuovamente riscaldati tendono a decomporsi carbonizzandosi).

Gli elastomeri (siano essi termoplastici o termoindurenti) sono caratterizzati da elevate deformabilità ed elasticità.

 

Coprivaso pratica Azzurra in materiale termoindurente colore bianco

 

 

Prodotti correlati:

Coprivaso termoindurente Azzurra Pratica soft close

 

 

I termoindurenti si ottengono a partire da monomeri polifunzionali che reagiscono con molecole che hanno l'azione di promuovere i legami covalenti, si tratta di agenti di reticolazione, entrambi danno luogo ad una reazione di condensazione. I polimeri termoindurenti vengono prodotti in due fasi: in una prima fase vengono prodotte le catene polimeriche, mentre nella fase successiva (che è rappresentata da un riscaldamento o da una reazione chimica catalizzata) le catene polimeriche vengono fatte reticolare. Lo stampaggio avviene durante la seconda fase di lavorazione.

Con il termine materie plastiche si identifica una famiglia di materiali di natura artificiale caratterizzati da una particolare struttura macromolecolare.

Questi materiali, al verificarsi di determinate condizioni di pressione e temperatura, subiscono alterazioni permanenti della loro forma.

La materie plastiche si dividono in:

-materiali termoplastici
-materiali termoindurenti
-elastomeri

I materiali termoplastici reagiscono al calore rammollendo ed acquisendo quindi una malleabilità che ne permette la modellazione per formare prodotti finiti e successivamente, tornano ad acquisire rigidità. (in linea teorica questo processo di riscaldamento, modellazione e raffreddamento potrebbe essere ripetuto diverse volte. In realtà tale possibilità dipende dalla qualità della materia prima trattata).

I materiali termoindurenti reagiscono invece al calore dapprima rammollendo e successivamente tornano ad indurire grazie ad un processo di reticolazione tridimensionale. In pratica è grazie al combinato effetto di calore e pressione che si può conferire una forma ai materiali termoindurenti. (questi materiali se nuovamente riscaldati tendono a decomporsi carbonizzandosi).

Gli elastomeri (siano essi termoplastici o termoindurenti) sono caratterizzati da elevate deformabilità ed elasticità.

 

Coprivaso pratica Azzurra in materiale termoindurente colore bianco

 

 

Prodotti correlati:

Coprivaso termoindurente Azzurra Pratica soft close

 

 

I termoindurenti si ottengono a partire da monomeri polifunzionali che reagiscono con molecole che hanno l'azione di promuovere i legami covalenti, si tratta di agenti di reticolazione, entrambi danno luogo ad una reazione di condensazione. I polimeri termoindurenti vengono prodotti in due fasi: in una prima fase vengono prodotte le catene polimeriche, mentre nella fase successiva (che è rappresentata da un riscaldamento o da una reazione chimica catalizzata) le catene polimeriche vengono fatte reticolare. Lo stampaggio avviene durante la seconda fase di lavorazione.

Con il termine materie plastiche si identifica una famiglia di materiali di natura artificiale caratterizzati da una particolare struttura macromolecolare.

Questi materiali, al verificarsi di determinate condizioni di pressione e temperatura, subiscono alterazioni permanenti della loro forma.

La materie plastiche si dividono in:

-materiali termoplastici
-materiali termoindurenti
-elastomeri

I materiali termoplastici reagiscono al calore rammollendo ed acquisendo quindi una malleabilità che ne permette la modellazione per formare prodotti finiti e successivamente, tornano ad acquisire rigidità. (in linea teorica questo processo di riscaldamento, modellazione e raffreddamento potrebbe essere ripetuto diverse volte. In realtà tale possibilità dipende dalla qualità della materia prima trattata).

I materiali termoindurenti reagiscono invece al calore dapprima rammollendo e successivamente tornano ad indurire grazie ad un processo di reticolazione tridimensionale. In pratica è grazie al combinato effetto di calore e pressione che si può conferire una forma ai materiali termoindurenti. (questi materiali se nuovamente riscaldati tendono a decomporsi carbonizzandosi).

Gli elastomeri (siano essi termoplastici o termoindurenti) sono caratterizzati da elevate deformabilità ed elasticità.

 

Non sono ancora presenti recensioni

Arredo bagno - Mobili e accessori bagno - Rubinetteria - Ceramiche - Vasche e box doccia - Termoidraulica a Catania e Sicilia.

Promozioni Promozioni
Chiama Ora
+39095361514