Prodotti

» Prodotti » LAVABI D'ARREDO-SANITARI » Idraulica » Valvole e detentori Graziano Cromo »

Valvole e detentori Graziano Cromo

Valvole e detentori Graziano Cromo
Marca: Graziano
Modello: Cromo
Codice: vlvlrvrscrm1/2+dtntr
(0) Recensioni
Generalmente spedito entro 10 giorni
Prezzo: 78,00€ 
Spese di spedizione: 12,00
Puoi ritirare questo prodotto in Via Cronato, 42/C Catania (CT) e risparmiare le spese di spedizione.
Informazioni
Recensioni

 

Valvola reversa angolo cromo da 1/2" con detentore reverso angolo cromo da 1/2"

 

 

 

 

Il rubinetto è una parte importante di un circuito idraulico, cioè di un circuito in cui è presente l'acqua. Il rubinetto può essere aperto o chiuso con le mani, senza bisogno di un attrezzo particolare, come il cacciavite. Inoltre il rubinetto ci consente di regolare con precisione la quantità di acqua che noi vogliamo far scorrere. Vi è un rubinetto per l'acqua fredda; vi è un rubinetto per l'acqua calda. A volte nello stesso rubinetto vi è una parte in cui si mischia l'acqua calda con quella fredda, in modo da ottenere l'acqua tiepida; cioè nel rubinetto è compreso un miscelatore di acqua di tipo manuale.

 

Valvola

Anche nel radiatore del termosifone vi è un particolare rubinetto detto valvola. La differenza tra valvola e rubinetto è che la valvola non consente una distribuzione esterna di liquido, come avviene nel rubinetto; la valvola regola il liquido che scorre in un tubo.

 

Detentore

Un particolare tipo di valvola è il detentore. Il detentore si regola una volta per tutte in fase di taratura dell'impianto di riscaldamento. Per regolarlo bisogna utilizzare un particolare attrezzo, detto cacciavite. 

      

 

Il cacciavite consente di ruotare una vite o verso destra o verso sinistra; in tal modo si regola la quantità di acqua che può passare nei tubi.

Sia il rubinetto, sia la valvola, sia il detentore si basano sempre sul principio della vite che gira e si sposta. 

La vite è unita ad un pezzo cilindrico, che può essere di gomma, in modo da migliorare la chiusura del rubinetto e non perdere acqua. 

 

Rubinetto

Se ruotiamo la manopola del rubinetto tutta verso destra la gomma scende tutta giù e impedisce all'acqua di passare. Se, invece, ruotiamo la manopola del rubinetto verso sinistra, la gomma sale sopra insieme alla vite e l'acqua può scorrere dal rubinetto.

 

Valvola elettrica

Una valvola può essere anche di tipo elettrico, cioè una valvola elettrica o elettrovalvola; infatti se al posto della manopola del rubinetto mettiamo un magnete elettrico, il magnete sposta il cilindro di gomma o verso il basso o verso l'alto, chiudendo o aprendo la valvola.

 

 

Come montare un radiatore in casa? In genere, al momento dell’acquisto di un radiatore per il riscaldamento domestico, sono inclusi nella confezione del radiatore anche i fissaggi a parete. Nella confezione d’acquisto, però, non sono comprese le valvole e i raccordi con l’impianto termico pre-esistente. In caso di sostituzione di un detentore, non sarà necessario acquistare alcun kit di raccordi perché potrete usare quelli pre-esistenti.

PUBBLICITÀ

Detentore e valvole di un termoarredo, montaggio

Procedete con lo smontaggio del detentore a parete da sostituire. Aprite la confezione del nuovo dententore e valvole e procedete così come descritto in seguito:

1) Togliete i tappi di protezione posti alle estremità del radiatore e applicateli in alto dove noterete un unico terminale forato, si tratta della valvola di sfiato.

2) Nella parte bassa del radiatore, (è presente un foro per ogni terminale) dovrete applicare il dententore e la valvola, entrambi a squadra oppure, in caso di un radiatore più complesso, andrete ad applicare il detentore a squadra con valvola termostatica (con o senza testa termostatica).

3) Smontate i due elementi posti sul terminale per avvitare il raccordo con la sede del radiatore.

4) Ogni raccordo ha un o-ring di guarnizione e va ben stretto al terminale usando una chiave. In genere vi basterà usare una chiave esagonale. I termoarredi de longhi utilizzano chiave esagonale da 13 mm.

5) Prendete la valvola che mostra la filettatura da un lato e avvitatela al collare del raccordo. Serrate la valvola con una chiave a forchetta o un pappagallo opportunamente dimensionato.

Come sostituire detentore e valvole di un termosifone

Le valvole e il detentore di un termosifone non sono componenti che utilizziamo spesso, per questo motivo il calcare dell’acqua di passaggio tende a creare incrostazioni e a rovinare la guarnizione. Incrostazioni e guarnizioni rovinate, a lungo termine, possono dare vita a piccole perdite d’acqua e così innescare la necessità di sostituire valvole e detentore.

1) Chiudete l’acqua
Per la sostituzione del detentore e valvola è necessario chiudere i corrispondenti detentori sul collettore di distribuzione così da interrompere il flusso d’acqua nel circuito di riscaldamento.  Se non sapete come agire sul singolo termosifone, spegnete la caldaia e sfiatate i termosifoni per eliminare l’acqua da tutto il circuito di riscaldamento. Per maggiori informazioni: come sfiatare i termosifoni.

2) Smontaggio del detentore o valvola
Con una chiave a rullino, allentate il dado posto a lato del termosifone (attenzione, il dado del termosifone, quello posto tra il detentore e il termosifone e non tra il tubo e il detentore!). A questo punto non vi resta che sfilare delicatamente il detentore (o la valvola).

3) Svitare il dado
Inserite una chiave a brugola nel raccordo che fissa il dado sul lato del termosifone e svitate. Fate attenzione a svitare il dado e non il tappo del termosifone.

4) Pulizia
Giacché avete smontato l’intero detentore, approfittate per eliminare eventuali incrostazioni dalla filettatura del dado e soprattutto pulite il tubo che fuoriesce dal muro. Se avete un vecchio impianto realizzato con tubi di rame, vi consigliamo di pulire l’estremità del tubo con carta abrasiva di grana finissima (grana 500).

5) Sostituire il detentore, il montaggio
Per prima cosa, inserite la nuova guarnizione da sostituire (se in precedenza l’avevate rimossa). Inserite nuovamente il dado nel giusto verso. Ancora una volta, con la chiave a brugola, avvitate il raccordo con un minimo di tre giri.

Il raccordo presenta una lunga filettatura, non dovete usarla tutta: questa serve per allineare e regolare la volvola o il detentore al tubo che fuoriesce dal muro.

Accertatevi che le valvole e il detentore siano chiusi. Avvitate a mano il dado appartenente al lato del tubo che fuoriesce dal muro. Fermatevi al minimo cenno di resistenza senza forzare.

Ricordate che la sequenza giusta di montaggio prevede l’uso dei componenti interni, in ordine: guarnizione, rondella, serratubo.

6) Fissaggio
Avvitate a mano il dado a lato del termosifone e stringete con la chiave a rullino. Per finire, aprite la valvola e detentore e re-immettete l’acqua nel circuito del termosifone.


 

 

Valvola reversa angolo cromo da 1/2" con detentore reverso angolo cromo da 1/2"

 

 

 

 

Il rubinetto è una parte importante di un circuito idraulico, cioè di un circuito in cui è presente l'acqua. Il rubinetto può essere aperto o chiuso con le mani, senza bisogno di un attrezzo particolare, come il cacciavite. Inoltre il rubinetto ci consente di regolare con precisione la quantità di acqua che noi vogliamo far scorrere. Vi è un rubinetto per l'acqua fredda; vi è un rubinetto per l'acqua calda. A volte nello stesso rubinetto vi è una parte in cui si mischia l'acqua calda con quella fredda, in modo da ottenere l'acqua tiepida; cioè nel rubinetto è compreso un miscelatore di acqua di tipo manuale.

 

Valvola

Anche nel radiatore del termosifone vi è un particolare rubinetto detto valvola. La differenza tra valvola e rubinetto è che la valvola non consente una distribuzione esterna di liquido, come avviene nel rubinetto; la valvola regola il liquido che scorre in un tubo.

 

Detentore

Un particolare tipo di valvola è il detentore. Il detentore si regola una volta per tutte in fase di taratura dell'impianto di riscaldamento. Per regolarlo bisogna utilizzare un particolare attrezzo, detto cacciavite. 

      

 

Il cacciavite consente di ruotare una vite o verso destra o verso sinistra; in tal modo si regola la quantità di acqua che può passare nei tubi.

Sia il rubinetto, sia la valvola, sia il detentore si basano sempre sul principio della vite che gira e si sposta. 

La vite è unita ad un pezzo cilindrico, che può essere di gomma, in modo da migliorare la chiusura del rubinetto e non perdere acqua. 

 

Rubinetto

Se ruotiamo la manopola del rubinetto tutta verso destra la gomma scende tutta giù e impedisce all'acqua di passare. Se, invece, ruotiamo la manopola del rubinetto verso sinistra, la gomma sale sopra insieme alla vite e l'acqua può scorrere dal rubinetto.

 

Valvola elettrica

Una valvola può essere anche di tipo elettrico, cioè una valvola elettrica o elettrovalvola; infatti se al posto della manopola del rubinetto mettiamo un magnete elettrico, il magnete sposta il cilindro di gomma o verso il basso o verso l'alto, chiudendo o aprendo la valvola.

 

 

Come montare un radiatore in casa? In genere, al momento dell’acquisto di un radiatore per il riscaldamento domestico, sono inclusi nella confezione del radiatore anche i fissaggi a parete. Nella confezione d’acquisto, però, non sono comprese le valvole e i raccordi con l’impianto termico pre-esistente. In caso di sostituzione di un detentore, non sarà necessario acquistare alcun kit di raccordi perché potrete usare quelli pre-esistenti.

PUBBLICITÀ

Detentore e valvole di un termoarredo, montaggio

Procedete con lo smontaggio del detentore a parete da sostituire. Aprite la confezione del nuovo dententore e valvole e procedete così come descritto in seguito:

1) Togliete i tappi di protezione posti alle estremità del radiatore e applicateli in alto dove noterete un unico terminale forato, si tratta della valvola di sfiato.

2) Nella parte bassa del radiatore, (è presente un foro per ogni terminale) dovrete applicare il dententore e la valvola, entrambi a squadra oppure, in caso di un radiatore più complesso, andrete ad applicare il detentore a squadra con valvola termostatica (con o senza testa termostatica).

3) Smontate i due elementi posti sul terminale per avvitare il raccordo con la sede del radiatore.

4) Ogni raccordo ha un o-ring di guarnizione e va ben stretto al terminale usando una chiave. In genere vi basterà usare una chiave esagonale. I termoarredi de longhi utilizzano chiave esagonale da 13 mm.

5) Prendete la valvola che mostra la filettatura da un lato e avvitatela al collare del raccordo. Serrate la valvola con una chiave a forchetta o un pappagallo opportunamente dimensionato.

Come sostituire detentore e valvole di un termosifone

Le valvole e il detentore di un termosifone non sono componenti che utilizziamo spesso, per questo motivo il calcare dell’acqua di passaggio tende a creare incrostazioni e a rovinare la guarnizione. Incrostazioni e guarnizioni rovinate, a lungo termine, possono dare vita a piccole perdite d’acqua e così innescare la necessità di sostituire valvole e detentore.

1) Chiudete l’acqua
Per la sostituzione del detentore e valvola è necessario chiudere i corrispondenti detentori sul collettore di distribuzione così da interrompere il flusso d’acqua nel circuito di riscaldamento.  Se non sapete come agire sul singolo termosifone, spegnete la caldaia e sfiatate i termosifoni per eliminare l’acqua da tutto il circuito di riscaldamento. Per maggiori informazioni: come sfiatare i termosifoni.

2) Smontaggio del detentore o valvola
Con una chiave a rullino, allentate il dado posto a lato del termosifone (attenzione, il dado del termosifone, quello posto tra il detentore e il termosifone e non tra il tubo e il detentore!). A questo punto non vi resta che sfilare delicatamente il detentore (o la valvola).

3) Svitare il dado
Inserite una chiave a brugola nel raccordo che fissa il dado sul lato del termosifone e svitate. Fate attenzione a svitare il dado e non il tappo del termosifone.

4) Pulizia
Giacché avete smontato l’intero detentore, approfittate per eliminare eventuali incrostazioni dalla filettatura del dado e soprattutto pulite il tubo che fuoriesce dal muro. Se avete un vecchio impianto realizzato con tubi di rame, vi consigliamo di pulire l’estremità del tubo con carta abrasiva di grana finissima (grana 500).

5) Sostituire il detentore, il montaggio
Per prima cosa, inserite la nuova guarnizione da sostituire (se in precedenza l’avevate rimossa). Inserite nuovamente il dado nel giusto verso. Ancora una volta, con la chiave a brugola, avvitate il raccordo con un minimo di tre giri.

Il raccordo presenta una lunga filettatura, non dovete usarla tutta: questa serve per allineare e regolare la volvola o il detentore al tubo che fuoriesce dal muro.

Accertatevi che le valvole e il detentore siano chiusi. Avvitate a mano il dado appartenente al lato del tubo che fuoriesce dal muro. Fermatevi al minimo cenno di resistenza senza forzare.

Ricordate che la sequenza giusta di montaggio prevede l’uso dei componenti interni, in ordine: guarnizione, rondella, serratubo.

6) Fissaggio
Avvitate a mano il dado a lato del termosifone e stringete con la chiave a rullino. Per finire, aprite la valvola e detentore e re-immettete l’acqua nel circuito del termosifone.


 

 

Valvola reversa angolo cromo da 1/2" con detentore reverso angolo cromo da 1/2"

 

 

 

 

Il rubinetto è una parte importante di un circuito idraulico, cioè di un circuito in cui è presente l'acqua. Il rubinetto può essere aperto o chiuso con le mani, senza bisogno di un attrezzo particolare, come il cacciavite. Inoltre il rubinetto ci consente di regolare con precisione la quantità di acqua che noi vogliamo far scorrere. Vi è un rubinetto per l'acqua fredda; vi è un rubinetto per l'acqua calda. A volte nello stesso rubinetto vi è una parte in cui si mischia l'acqua calda con quella fredda, in modo da ottenere l'acqua tiepida; cioè nel rubinetto è compreso un miscelatore di acqua di tipo manuale.

 

Valvola

Anche nel radiatore del termosifone vi è un particolare rubinetto detto valvola. La differenza tra valvola e rubinetto è che la valvola non consente una distribuzione esterna di liquido, come avviene nel rubinetto; la valvola regola il liquido che scorre in un tubo.

 

Detentore

Un particolare tipo di valvola è il detentore. Il detentore si regola una volta per tutte in fase di taratura dell'impianto di riscaldamento. Per regolarlo bisogna utilizzare un particolare attrezzo, detto cacciavite. 

      

 

Il cacciavite consente di ruotare una vite o verso destra o verso sinistra; in tal modo si regola la quantità di acqua che può passare nei tubi.

Sia il rubinetto, sia la valvola, sia il detentore si basano sempre sul principio della vite che gira e si sposta. 

La vite è unita ad un pezzo cilindrico, che può essere di gomma, in modo da migliorare la chiusura del rubinetto e non perdere acqua. 

 

Rubinetto

Se ruotiamo la manopola del rubinetto tutta verso destra la gomma scende tutta giù e impedisce all'acqua di passare. Se, invece, ruotiamo la manopola del rubinetto verso sinistra, la gomma sale sopra insieme alla vite e l'acqua può scorrere dal rubinetto.

 

Valvola elettrica

Una valvola può essere anche di tipo elettrico, cioè una valvola elettrica o elettrovalvola; infatti se al posto della manopola del rubinetto mettiamo un magnete elettrico, il magnete sposta il cilindro di gomma o verso il basso o verso l'alto, chiudendo o aprendo la valvola.

 

 

Come montare un radiatore in casa? In genere, al momento dell’acquisto di un radiatore per il riscaldamento domestico, sono inclusi nella confezione del radiatore anche i fissaggi a parete. Nella confezione d’acquisto, però, non sono comprese le valvole e i raccordi con l’impianto termico pre-esistente. In caso di sostituzione di un detentore, non sarà necessario acquistare alcun kit di raccordi perché potrete usare quelli pre-esistenti.

PUBBLICITÀ

Detentore e valvole di un termoarredo, montaggio

Procedete con lo smontaggio del detentore a parete da sostituire. Aprite la confezione del nuovo dententore e valvole e procedete così come descritto in seguito:

1) Togliete i tappi di protezione posti alle estremità del radiatore e applicateli in alto dove noterete un unico terminale forato, si tratta della valvola di sfiato.

2) Nella parte bassa del radiatore, (è presente un foro per ogni terminale) dovrete applicare il dententore e la valvola, entrambi a squadra oppure, in caso di un radiatore più complesso, andrete ad applicare il detentore a squadra con valvola termostatica (con o senza testa termostatica).

3) Smontate i due elementi posti sul terminale per avvitare il raccordo con la sede del radiatore.

4) Ogni raccordo ha un o-ring di guarnizione e va ben stretto al terminale usando una chiave. In genere vi basterà usare una chiave esagonale. I termoarredi de longhi utilizzano chiave esagonale da 13 mm.

5) Prendete la valvola che mostra la filettatura da un lato e avvitatela al collare del raccordo. Serrate la valvola con una chiave a forchetta o un pappagallo opportunamente dimensionato.

Come sostituire detentore e valvole di un termosifone

Le valvole e il detentore di un termosifone non sono componenti che utilizziamo spesso, per questo motivo il calcare dell’acqua di passaggio tende a creare incrostazioni e a rovinare la guarnizione. Incrostazioni e guarnizioni rovinate, a lungo termine, possono dare vita a piccole perdite d’acqua e così innescare la necessità di sostituire valvole e detentore.

1) Chiudete l’acqua
Per la sostituzione del detentore e valvola è necessario chiudere i corrispondenti detentori sul collettore di distribuzione così da interrompere il flusso d’acqua nel circuito di riscaldamento.  Se non sapete come agire sul singolo termosifone, spegnete la caldaia e sfiatate i termosifoni per eliminare l’acqua da tutto il circuito di riscaldamento. Per maggiori informazioni: come sfiatare i termosifoni.

2) Smontaggio del detentore o valvola
Con una chiave a rullino, allentate il dado posto a lato del termosifone (attenzione, il dado del termosifone, quello posto tra il detentore e il termosifone e non tra il tubo e il detentore!). A questo punto non vi resta che sfilare delicatamente il detentore (o la valvola).

3) Svitare il dado
Inserite una chiave a brugola nel raccordo che fissa il dado sul lato del termosifone e svitate. Fate attenzione a svitare il dado e non il tappo del termosifone.

4) Pulizia
Giacché avete smontato l’intero detentore, approfittate per eliminare eventuali incrostazioni dalla filettatura del dado e soprattutto pulite il tubo che fuoriesce dal muro. Se avete un vecchio impianto realizzato con tubi di rame, vi consigliamo di pulire l’estremità del tubo con carta abrasiva di grana finissima (grana 500).

5) Sostituire il detentore, il montaggio
Per prima cosa, inserite la nuova guarnizione da sostituire (se in precedenza l’avevate rimossa). Inserite nuovamente il dado nel giusto verso. Ancora una volta, con la chiave a brugola, avvitate il raccordo con un minimo di tre giri.

Il raccordo presenta una lunga filettatura, non dovete usarla tutta: questa serve per allineare e regolare la volvola o il detentore al tubo che fuoriesce dal muro.

Accertatevi che le valvole e il detentore siano chiusi. Avvitate a mano il dado appartenente al lato del tubo che fuoriesce dal muro. Fermatevi al minimo cenno di resistenza senza forzare.

Ricordate che la sequenza giusta di montaggio prevede l’uso dei componenti interni, in ordine: guarnizione, rondella, serratubo.

6) Fissaggio
Avvitate a mano il dado a lato del termosifone e stringete con la chiave a rullino. Per finire, aprite la valvola e detentore e re-immettete l’acqua nel circuito del termosifone.


 

Non sono ancora presenti recensioni

Arredo bagno - Mobili e accessori bagno - Rubinetteria - Ceramiche - Vasche e box doccia - Termoidraulica a Catania e Sicilia.

Promozioni Promozioni
Chiama Ora
+39095361514